Upcoming MatchNuova AC Foiano vs Asd Figline 1965/Ottobre 2, 2022

Chi siamo…

Nell’anno 2021 si certifica il ritorno dalla Valdarno Football Club all’ A.S.D. Figline 1965

La Società Valdarno Football Club, nella persona del suo presidente Simone Simoni, è lieta di annunciare ai cittadini di Figline e Incisa Valdarno ed ai tifosi tutti il cambio del nome societario. Con la ratifica federale del giorno 31/07/2021 i colori gialloblu si chiameranno “ASD FIGLINE 1965”. Fieri ed entusiasti di questa nuova strada la Società esprime un caloroso ringraziamento a Vittorio Casucci, storico dirigente e tifoso del calcio Figlinese, che con un atto generoso ed altruista ha donato il nome ed il logo. Certi e fiduciosi di aver intrapreso una nuova entusiasmante strada attendiamo dai tifosi e simpatizzanti gialloblu una importante risposta di calore, affetto e presenza allo Stadio Del Buffa.

W FIGLINE W IL CALCIO W GIALLOBLU!!!

#noicisiamo … Forza Figline!!!

Oggi la Società, sotto la guida del Presidente Simone Simoni subentrato nell’estate 2018,  conta circa 340 atleti, secondi per numero, in provincia, soltanto all’ ACF Fiorentina.

Che il futuro appartenga ai giovani ed il calcio di base rappresenti le fondamenta dei successi di qualsiasi società, oggi è ormai comprovato, eppure, da una ricerca UEFA, l’Italia risulta essere il paese con il più basso numero di calciatori prodotti dai vivai. Nonostante in Italia ci sia il più alto numero di tesserati nei campionati giovanili, abbiamo il più basso numero di ragazzi che “arrivano”.

Alcune riflessioni sorgono spontanee: il nostro calcio è basato sul “tempo breve”: non avere tempo, quindi non programmare, significa non aiutare nessun ragazzo nella sua crescita. Buone strutture, o almeno pianificare di realizzarle è fondamentale. Obiettivi chiari: presupposto il rispetto e la trasmissione di sani

principi e valori, un settore giovanile deve produrre calciatori. Il piano di formazione tecnico, coordinativo, fisico/atletico e psicologico deve essere sequenziale. La coesione richiede una sola direzione di marcia: lasciare le varie categorie come compartimenti stagni, rende il lavoro totalmente inutile. Poche linee guida, ma ben chiare, occorre un segno riconoscibile. Allenatori, Istruttori e dirigenti devono essere all’altezza, ma al centro dell’intero programma c’è ogni ragazzo, con il tipo di percorso che intraprende.

CENNI STORICI Dalla Nascita fino alla STAGIONE 2009